Arriva nelle sale il documentario Koudelka fotografa la Terra Santa (Koudelka Shooting Holy Land), un dialogo affascinante tra composizioni mozzafiato, quelle cinematografiche di Gilad Baram e quelle fotografiche di Josef Koudelka, uno tra i più grandi fotografi viventi, celebre membro dell’agenzia Magnum. Koudelka, cresciuto dietro la cortina di ferro, arriva davanti alla barriera israeliana quarant’anni dopo il suo reportage dell’invasione sovietica di Praga nel 1968.
Il prossimo 14 novembre lo proietteremo IN ANTEPRIMA per Lecce, Brindisi e Taranto

I posti in sala non sono numerati.
ingresso: 6 euro (sulla pagina dell’evento pubblicheremo date e orari per acquistare il biglietto in prevendita senza sovrapprezzo)

SINOSSI
Per cinque anni, nel corso di diverse visite protratte dal 2008 al 2012, il giovane fotografo e regista israeliano Gilad Baram ha accompagnato il celebre fotografo dell’agenzia Magnum Josef Koudelka nel suo lungo viaggio in Terra Santa, fornendo assistenza, supporto logistico e traduzioni, dalle 7 del mattino fino alla scomparsa della luce. L’esperienza sembra avergli segnato la vita in molti modi, non solo professionalmente, fornendogli l’occasione di realizzare il documentario che affianca le fotografie in bianco e nero scattate da Koudelka, ai filmati che riprendono il processo creativo e solitario di uno dei più grandi maestri viventi della fotografia, a Gerusalemme est, Hebron, Ramallah, Betlemme e in vari insediamenti israeliani dislocati lungo il percorso della barriera che separa Israele e Palestina.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *